21 - Cròmata

 

 

NECROSI

Respiro,essenza,fragranza di morte

Ciò che lega di ogni individuo la sorte.

A questa meta siamo tutti destinati

Con l’unico scopo di morire siamo nati?

Verso quali valli ci accompagna il decesso,

forse, a quelle incerte bianche porte ci dà accesso.


 

Porte insicure, chissà da quale mente dipinte,

sono una semplice ma inutile speranza, inventate.

Misconosciute, da nessun triste viaggiatore mai

Raccontate. E quando arriveremo là, nessuno sa

Se l’inverso crocifisso sussurrerà: “Entrate!”.


 

INTROSPEZIONE

Cuore,

deflagrato da un’immensa esplosione.

Cuore,

logorato da una bruciante passione.

Cuore,

squarciato da un’immensa cicatrice.

Cuore,

la tua assassina è l’unica guaritrice.

Cuore,

ingannato da uno sguardo di potenza distruttrice.

Cuore,

incantato dalla sua voce, melodia di sirena ammaliatrice.


 


 


 


 


 


 


 


 

A MIO PADRE

Tra quella chioma nera un grigio lucente

Sguardo talvolta serio, spesso ridente,

gran saggio, saldo pilastro portante,

base indispensabile, unione, principio fondante.


 

Sei un infallibile esempio,

della mia vita il tempio.

Fonte e dispensa di sapienza,

curiosità di ogni conoscenza.


 

Fiume in piena di coraggio

Diventar come te è un miraggio

Specie se ti penso solo in un’incendiata radura

Come un eroe a combatter contro la fiamma pura.


 

A MIA MADRE

Non dovrò essere prolisso,

per dipingerti è sufficiente

un sostantivo: semplicità.

Tu, elemento essenziale della mia

Essenza.

Tu, garante della mia esistenza.

Tu, vestale di una rara virtù:

umiltà.

Sei stata la mia prima maestra

Che mi ha insegnato a lasciare

Un filo nero sui bianchi campi

Con la mano destra.

Semplicemente, il miglior dono della vita.


 

Hit Counter