05 - Germogli

 

 

 

SEMENTE

 

DENTRO

 

Ok, lo ammetto,

a scrivere non riesco.

A volte mi sento in mezzo

e tutto scorre, corre

Io sono in mezzo, ma non dentro.

Non capisco se ricerco un qualche ingresso,

se ormai ho perso

oppure se assisto soltanto, ancora una volta in un angolo,

da cui non so uscire

continuo a subire infiniti attimi sublimi,

belli e pericolosi:

minacciosi, mi nascondi qualcosa e non osi

parlarmi di te, di come te la vivi.

Questo quando si è distratti.

Mi tratti male

non provare neanche a tornare.

E’ ora che mi sveglio, mi spoglio da ogni sogno…

caffè, un sorso e mi rituffo

è buffo, sai, aver giurato due righe sopra di non farlo mai.

E poi tornare, tornare a te, dopo ogni pausa caffè.

 

 

SPERO VI PIACCIA LATTE E MENTA

 

Sorrido;

derido me stesso

perso in una morsa di cuore e fiamme…

Dolore, disperazione:

azione riluttante,

frenante,

stancante…

stanco di una vita passata in attesa,

sospesa…

Attendo,

sospendo nella miscela dell’umore

discerno odio e amore,

solo senza sole…

Non capisco

penso-solo o esisto?

Esisto nel chiedere al cervello

se ciò che è - è frutto della mente

o del vero albero del bello…

La goccia scende

e porta sale

sui volti, da sapore

odore

aspirazione ad entità superiore…

Dolore nell’attesa

incertezza distesa…

Nebbia quotidiana

pendolare con il mondo attraverso l’universo,

rispondo…

Un errore:

rimandato,

rivivo un momento

passeggero senza biglietto

scontato…

Cerco vicinanza nella stanza vuota…

Si svuota la mente

spente le distrazioni,

saluti: allitterazioni tra rumori e

casuali suoni…

Mi rinchiudo nel bar della mia coscienza

ove voglio che la mia mente menta

racchiudendo la verità in vecchie scatole di latta decadute…

Ovvero che:

Menta

con Latte…

                        Salute!!!

 

 

SILENZIO

Ehi,
ho raccolto il silenzio di queste sere
messo per iscritto
ciò che non ti ho detto
è che non ho paura di te, di noi
ho paura di me stesso.
E' che sei fin troppo razionale
io fin troppo irrazionale
matematica delle parti
spero di sbagliare
dopamina e chimica molecolare
lezioni di teoria per abbracci e incastri umani.
Non darmi il tempo di ridurci a un compromesso
io credo nelle rondini che attraversano l'oceano
il tramonto non è mai stato così bello
e stanotte
noi due,
o almeno io,
non dormirò.
E lo so
dovrei pensarci di meno
anzi
pensarti di meno
ma come posso?
Se dormo nel ricordo
delle tue labbra
con l'amaro in bocca di fine serata
mi accendo un'altra paglia
almeno ho ancora la mia anima
qualche frammento della tua
e alzo la sicura.
Accuso in tribunale colpi
che ho già accusato
il calibro puntato
l'ago si sbilancia 
si traveste da precario
e sarà anche per oggi uno straordinario
con la paura di diventare
un altro pendolare.
Ehi,
questa è la storia di chi scappa dal silenzio
di chi non tocca i sogni per paura di sporcarli
e non cercare di capirmi
piuttosto lasciami parlare
che io manco mi capisco
noi manco ci capiamo
però viviamo.

 

 

TIRO LE CONCLUSIONI

 

La verità?

Non l'ho mai detta su me stesso,

non l'ho mai detta a me stesso

quindi,

non credermi neanche adesso

non credere neanche a questo.

La verità è che manco di una metà

non ho mai trovato

posto

per la coscienza nel corpo

quindi,

manco me ne preoccupo.

Non credermi se ti dico di non credermi

crederai al testa-mento di un bugiardo,

per la mia confessione in cattedra

uno sguardo di sufficienza è quanto basta

per trasformarmi in un fantasma.

Ebra tieni i nemici più vicini

ma Luca è schizzinoso,

con amici migliori critici

ma Luca è permaloso,

o così tu dici

più che altro impermeabile

ho fatto i miei calcoli

lo preferisco ad essere malleabile.

Qui si spada agli albatri di Coleridge

per la collera

l'amore com'era?

Come l'amore ai tempi del colera

alza la bandiera sul carnaio

anche Dio crederà alla promessa di un marinaio.

Avrai fiori bianchi ogni mattina

mentre sbocceranno rose

sulla collina tornerà il sole,

ho già una foto della nostra doppia faccia

doppia faccia

e per la lapide

sto scrivendo questa dedica.

 

Hit Counter