Gianmario Lucini

AA.VV.

Keffyieh, intelligenze per la pace

 

ISBN 978-88-98677-58-0, pp.200,  f.to 17 x 24  € 15,00   

 

  

 

 

 

 

 

Keffyieh non è soltanto un'antologia di scritti, è una corale del disgusto e della rabbia nato dall'orrore per il massacro di Gaza, che si aggiunge ad altri orrori causati da tutte le guerre, raccontati da 132 poeti e scrittori italiani e stranieri. Il libro è nato di slancio, di pancia, da una mail che si sono scambiati i curatori nella seconda metà di agosto, a un veloce tam-tam che si è diffuso su un a mailing list e ad ha coinvolto anche alcuni scrittori arabi, israeliani, americani e di altri Paesi del mondo

Ne è nata un'opera potente e insieme spontanea, una voce collettiva che si leva contro la logica disumana del sistema nel quale viviamo, basato sulla competizione, la violenza, la sopraffazione, la legge del più forte, che è sempre ingiusta.

Emerge chiaro il tema della ribellione esasperata delle coscienze, dell'intollerabilità della guerra come strumento per risolvere i contrasti internazionali, che poi sono sempre contrasti fra diversi poteri, fra pochi potenti, mentre le conseguenze sono sempre pagate dagli ultimi e dai più deboli in termini di vite umane. Per essere sicuri di non venire ammazzati in guerra, ormai, bisogna arruolarsi in un esercito, perché a morire ormai sono quasi sempre i civili, non i militari.

Emerge il senso di impotenza e di frustrazione, di collera. La collera dei miti è tremenda e le parole della collera sono giuramenti disseminati come barriere di pietra contro la volontà dei potenti, barriere contro le quali prima o poi si infrangeranno anche le coscienze più ciniche.

Emerge infine la consapevolezza dell'assurdità di questo sistema condannato alla regressione e all'implosione perché si fonda sulla competizione e il profitto, sulla legge dei più forti, sull'ingiustizia esibita platealmente come diritto, sul disprezzo della dignità della persona umana, su un neo-colonialismo che depreda le generazioni future delle risorse e delle materie prime.

La guerra è, giorno dopo giorno, la triste realtà che caparbiamente i blocchi di potere stanno alimentando, ormai anche in Europa, e il 2014 può essere indicato come l'anno cruciale nel quale è iniziata una stagione di conflitto che sarà purtroppo molto lunga, perché nessuna delle parti in causa esprime il desiderio di contenere le ostilità e di iniziare un dialogo con il nemico. Gli autori di questo libro pertanto pongono con forza queste domande e queste tematiche, cercano di svegliare dal torpore chi è insensibile a questi temi, ci avvisano che è necessaria una rivoluzione delle coscienze, un cambiamento di orizzonti e di pensiero, per non finire in un altro medioevo che sarà ben più terribile di quello storico e che potrebbe anche significare la distruzione totale, visto che ormai il mondo è armato a tal punto da potersi distruggere per oltre 10.000 volte. Ne basta infatti una sola.

 

Hanno partecipato a questa antologia:

 

Ennio Abate, Rina Accardo, Franca Alaimo, Mhmoud Alazharey, Anna Albertano, Cristina Alziati, Yehuda Amichai, Geltrude Antonazzo, Jack Arbib, Emilia Banfi, Franca Battista, Claudio Bedocchi, Francesco Bennardo, Manash Bhattacharjee, Silva Bettuzzi, Giorgio Bolla, Giorgio Bonacini, Annamaria Bonfiglio, Matteo Bonsante, Carlo Bordini, Bruno Brunini, Rossana Bucci, Michael R. Burch, Rinaldo Caddeo, Maria Grazia Calandrone, Carlo Carlotto, Alessandro Carrera, Maria Gisella Catuogno, Nadia Cavalera, Sergio Chiarotto, Nadia Chiaverini, Antonio Ciminiera, Domenico Cipriano, Manuel Cohen, Nicola Contegreco, Nino Contiliano, Marcella Continanza, Laura Corraducci, Marcella Corsi, Rosa Maria Corti, Anna Maria Dall’Olio, Giovanni D’Amiano, Enrico Danna, Caterina Davinio, Giampaolo De Pietro, Antonio Devicienti, Giuseppina Di Leo, Donato Di Poce, Francesco Di Stefano, Germana Duca, Leila Falà, Narda Fattori, Annamaria Ferramosca, Fernanda Ferraresso, Alberto Figliolia, Cristiana Fischer, Biancamaria Frabotta, Lucia Gaddo Zanovello, Guido Galdini, Fabia Ghenzovich, Enzo Giarmoleo, Giovanna Giordani, Piera Giordano, Marina Giovannelli, Francesco Giusti, Renato Gorgoni, Mario Gori, Adrian Grima, Vanda Guaraglia, Barbarah Guglielmana, Nathalie Handal, Mohammad Ikbal Harb, Giovanna Iorio, Gilberto Isella, Gianfranco Isetta, Maria Lenti, Roberta Lipparini, Oronzo Liuzzi, Cesare Lorefice, Gianmario Lucini, Angela Marchionni, Eugenio Lucrezi, Katia Debora Melis, Gero Miceli, Giancarlo Micheli, Giorgio Mobili, Emidio Montini, Davide Morelli, Gabriella Musetti, Daniela Musumeci, Tal Nitzàn, Paolo Ottaviani, Claudio Pagelli, Alfredo Panetta, Giuseppe Panetta, Ezio Partesana, Erminia Passannanti, Edoardo Penoncini, Salvatore Pintore, Paolo Polvani, Maria Pia Quintavalla, Daniela Raimondi, Mario Rigli, Salvatore Ritrovato, Alain Rivière, Nicola Romano, Camillo Sangiovanni, Anna Santoliquido, Francesco Sassetto, Jamil Abou Sbaih, Francesco Scaramozzino, Giancarlo Serafino, Maurizio Soldini, Ronny Someck, Agostina Spagnuolo, Rosa Spitaleri, Paolo Statuti, Bastiana Tola, David Maria Turoldo, Michela Turra, Lina Maria Ugolini, Adam Vaccaro, Salvatore Violante, Pasquale Vitagliano, Nachoem M. Wijnberg, Antonella Zagaroli, Michela Zanarella, Maria Eleonora Zangara, Liliana Zinetti, Lucio Zinna, Claudia Zironi, Arbi Zouhour

Hit Counter