Gianmario Lucini

Donato Di Poce

L'avanguardia dopo l'avanguardia, anche.

Prefazione di Sergio Gabriele

 

ISBN 978-88-897224-45-7

Edizioni CFR - 2012 - pp. 80 € 10,00    (- 20% dal sito per ordini di almeno 20 € complessivi)                        

 

L’Avanguardia dopo l’Avanguardia, anche è una lettura illuminan-te dell’Arte Contemporanea in corso, (da Dangelo a Kaleghpour, da Manara a Mattiacci, da Crisanti a Bencini, da Casiraghi a Col-naghi ) con un approccio interdisciplinare simultaneo e poetico, nella linea critica Apollinaire, Breton, Restany, Villa, Schwarz.
Autori affermati che riallacciano i fili della memoria e quelli del desiderio, curiosi e attenti alla realtà ma che coltivano il fantastico, e l’invisibile, protagonisti di una nuova polis estetica, e giovani me-no conosciuti, che continuano coraggiosamente a “cercare del nuo-vo”, e di vedere e far vedere l’invisibile, dopo, nonostante e oltre le Avanguardie Artistiche del ‘900.
Una critica d’Arte in ascolto attento del respiro del mondo e sulle tracce del contemporaneo ( Poesia visiva, Arte delle donne, Arte Compatibile, visioni aniconiche e adimensionali, vetrate, fumetto, ecc…).
Tra le pagine si snoda ininterrotto un confronto con gli Artisti (vi-sti molto da vicino e dentro le loro poetiche, i loro Atelier e taccuini segreti) e un dialogo ideale a distanza e con le riflessioni estetiche soprattutto di Arthur Danto (Dopo la fine dell’Arte), Rosalind Krauss (Reinventare il medium) e George Didi-Huberman (Il gioco delle evidenze).

Hit Counter